Liberalizzato l'uso dei radiocomandi

Sulla Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre 2001 stato pubblicato il Decreto che liberalizza, dal 1 Gennaio 2002, l'uso dei nostri apparati.

Pertanto non è più necessaria la dichiarazione di inizio attività né il pagamento del canone annuo.

Ciò vuol anche dire che se un cittadino italiano acquista in un paese membro della Comunità Europea un radiocomando (naturalmente omologato) potrà TRANQUILLAMENTE impiegarlo in Italia, anche se da noi non omologato, in quanto omologato in altro paese CE.
Ovviamente occorre usare le frequenze ammesse in Italia che sono quelle indicate nella pagina
FREQUENZE.

Se hai dato un'occhiata alla pagina FREQUENZE avrai certamente notato con soddisfazione che sono state assegnate, AD USO ESCLUSIVO DEGLI AEROMODELLI, ben 23 nuove frequenze sulla banda dei 35MHz (Decreto Ministeriale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 del 20 Luglio 2002).